Google
 
     
 
 
Modello di organizzazione DLGS 231/01
 
     
Analisi   D. Lgs. 2 231/01 introduce nell'ordinamento italiano la responsabilità delle persone giuridiche (società e associazioni), in aggiunta a quella delle persone fisiche, in relazione ala commissione di reati. nel caso questi siano stati commessi nell'interesse delle stesse.
Vigilanza  

Le sanzioni previste sono:

  • la sanzione pecuniaria, da € 258.228.4 a € 1.549.370,69
  • le sanzioni interdittive
  • la confisca
  • la pubblicazione della sentenza.

In particolare le sanzioni interdittive sono: la sospensione dall’esercizio dell’attività o la revoca delle autorizzazioni, licenze o concessioni funzionali alla commissione dell’illecito; il divieto di contrarre con la P.A.; l’esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi e/o revoca di quelli concessi; il divieto di pubblicizzare beni o servizi.

I reati a cui si applica la disciplina sono i seguenti:

  • reati contro la Pubblica Amministrazione (truffa, concussione, corruzione, etc)-cfr Artt 24, 25 D.Lgs 231/01
  • delitti contro la fede pubblica (falsità in monete, in titoli di credito e valori di bollo )- cfr Art 25-bis D.Lgs 231/01
  • reati societari (false comunicazioni sociali, falso in prospetto, impedito controllo, formazione fittizia del capitale, etc) - cfr Art 25-ter D.Lgs 231/01
  • reati informatici e trattamento illecito di dati - cfr Art 24-bis D.Lgs 231/01
  • delitti in tema di terrorismo e di eversione dell'ordine democratico - cfr Art 25-quater D.Lgs 231/01
  • delitti contro la personalità individuale (tratta di persone, riduzione in schiavitù, reati in tema di pedopornografia, etc) - cfr Artt 24-quater, 1 e 25-quinquies D.Lgs 231/01
  • market abuse (aggiotaggio e manipolazione del mercato) - cfr Art 25-sexies del D.Lgs 231/01
  • delitti in materia di sicureza sul lavoro (omicidio colposo, lesioni gravi o gravissime colpose commesse in violazione della normativa sul lavoro) - cfr Art 25-septies del D.Lgs 231/01
  • ricettazione, riciclaggio, impiego di beni o utilità di provenienza illecita - cfr Art 25-octies del D.Lgs 231/01
  • criminalità informatica, come introdotto dalla Legge 18 marzo 2008 n. 48
  • delitti contro l'ambiente (in ossequio ai principi sanciti dalla Direttiva europea 2008/99/CE)

Lachiver Servizi fornisce assistenza per la definizione e la documentazione del “Modello di organizzazione”, la principale condizione per esonerare società e associazioni da responsabilità in caso di commissione di reati cui si applica la disciplina.